24 maggio 2012

Cultura digitale a scuola

Ma credo che l’elemento essenziale per costruire la nostra narrazione su scuola e nativi passi dal cominciare a raccontare di un ambiente di apprendimento aperto in cui gli spazi personali e sociali fuori dalla scuola, quelli ricchi di interfacce sociali come i social network, i wiki, ecc. stanno costruendo, siano incorporati nelle dinamiche educative e diventino un tema del dibattito pubblico e interno alle classi.

Da un bell'articolo di Boccia Artieri, con molti link interessanti, intitolato "Scuola 2.0 e nativi digitali", si arriva alla notizia di una conferenza a Roma, "Un nuovo alfabeto per l'Italia" per affrontare la tematica della rivoluzione digitale nella Scuola.


1 commento:

carla ricci ha detto...

Purtroppo nella maggior parte delle scuole italiane questo non si verifica anche per la scarsa capacità degli insegnanti che non vengono adeguatamente preparati (se non per passione personale )!!Insegno alle scuole medie , come precaria ovviamente , enoto che spesso sono una delle più preparate in materia ( e in realtà non lo sono affatto !!!!).
Pensate un pò !
Spesso vorrei utilizzare la LIM ma non si può perchè l'aula non è accessibile o manca la connessione e via dicendo :insomma ancora ci vorrano anni luce per digitalizzare la didattica :(